Nuova segreteria UIL

Di seguito la composizione della nuova segreteria.

 

 

 

 

 

Il 18 giugno 2015 nel corso del direttivo Provinciale UIL di Bergamo è stato eletto il segretario Generale e la nuova segreteria che risulta cosi composta:

Segretario Generale Amerigo Cortinovis
Segretario Organizzativo Maurizio Regazzoni
Segretaria Ersilia Selogni

 

Infortunii e morti sul lavoro: presidio in prefettura

Comunicato unitario

CGIL CISL UIL

BERGAMO

 

 

COMUNICATO

L’iniziativa decisa oggi dalle segreterie, nel giorno del funerale del lavoratore morto a Mornico al Serio

e di un nuovo infortunio in un’azienda di Terno d’Isola

SICUREZZA SUL LAVORO, VENERDÌ IL PRESIDIO DEI SINDACATI

DAVANTI ALLA PREFETTURA DI BERGAMO

“La vita e la dignità della persone vengono prima dei risultatati economici, la priorità è far tornare a casa

dopo un turno di lavoro ogni persona, viva e integra!”

 

 

Bergamo, lunedì 4 settembre 2017

Alzano i toni i sindacati confederali di Bergamo, perché gli appelli lanciati fino ad ora sembrano non aver dato grandi risultati: nel giorno del funerale de trentatreenne Simone Bergamaschi, morto il 1° settembre alla Ravago Italia di Mornico al Serio, schiacciato da sacchi di granuli di plastica, e nel giorno di un nuovo infortunio in un’azienda di Terno d’Isola dove un dipendente è rimasto ferito, CGIL, CISL e UIL di Bergamo hanno deciso di organizzare per venerdì 8 settembre un presidio davanti alla Prefettura di via Tasso (dalle ore 17.00).

 

“Chiederemo un incontro al Prefetto e richiameremo alle loro responsabilità tutti i soggetti deputati a garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro” hanno detto poco fa i tre segretari generale provinciali di CGIL, CISL e UIL, Gianni Peracchi, Ferdinando Piccinini e Amerigo Cortinovis, che parteciperanno al presidio. “Dopo il nono infortunio mortale dall’inizio dell’anno nella provincia di Bergamo è evidente che non sono stati sufficienti gli anni di azioni volte a promuovere la cultura della sicurezza. Non è bastato!”.

 

“La vita e la dignità della persone vengono prima dei risultatati economici e dei risultati produttivi: la priorità deve essere quella di far tornare a casa ogni persona, viva e integra, dopo un turno di lavoro” proseguono i tre sindacalisti. “Facciamo nostre le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella quando dice che ‘il nostro paese non può rassegnarsi a subire morti sul lavoro. E’ indispensabile che le norme sulla sicurezza nel lavoro vengano rispettate con scrupolo e i controlli devono essere attenti e rigorosi’”.

 

“Vanno instancabilmente promosse azioni concrete di prevenzione e investimenti su sicurezza e salute da parte delle imprese. Si deve spingere per un’adeguata formazione e per l’utilizzo dei mezzi di protezione individuali. Al lavoratore è necessario ricordare che il primo responsabile della sua sicurezza è lui stesso. Senza un’adeguata formazione non si può fare sicurezza, un lavoratore formato è un lavoratore più responsabile per la propria salute e per quella dei suoi colleghi. Confindustria e i rappresentanti della piccola e media industria e degli artigiani devono fare di più su questo tema: è necessario che dentro le imprese si affermino un’effettiva responsabilità sociale e ambientale, relazioni industriali partecipative e una contrattazione aziendale finalizzata anche al miglioramento continuo della sicurezza e degli ambienti di lavoro. Quello alla salute e alla sicurezza è un diritto primario e insopprimibile. Un diritto che deve entrare nella coscienza civile, nazionale e territoriale. Torniamo anche a ripetere che serve una ancor più incisiva azione preventiva da parte degli organi competenti. La cultura della sicurezza deve diventare patrimonio di tutti!”.

Convenzione Accademia Carrara

Stipulata una nuova convenzione

In data 31/07 si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa che vede coinvolta l'Accademia Carrara e le tre sigle sindacali confederali.

L'iniziativa ,nel dettaglio, prevede il dimezzamento del costo per il biglietto di ingresso, percorsi dedicati ai pensionati, ai lavoratori attivi e alle famiglie, per usufruire dello sconto basterà esibire il tesserino in biglietteria.

 

 

 

 

U.I.L. UNIONE ITALIANA LAVORATORI | 72/E, Via S. Bernardino - 24122 Bergamo (BG) - Italia | P.I. 80021510161 | Tel. +39 035 247819 | Fax. +39 035 225920 | csp@uilbergamo.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap Feed RssFeed Rss
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite